Dopo i recentissimi attacchi terroristici di Sousse non potevamo dedicare un articolo anche noi di Pugliacatering.com alla notizia circolata tramite i social network di una coppia di neo sposi inglesi cha hanno deciso di celebrare le nozze in spiaggia.

Non si trattava di una qualunque location matrimoniali in cui una  festeggiare il rito religioso, perchè la spiaggia dove hanno fatto la festa di nozze era quella di Boujaafar, teatro della strage a sfondo religioso consumatasi il 26 Giugno scorso, durante la quale hanno perso la vita ben 38 persone.
La maggior parte delle vittime straniere proveniva dal Regno Unito, è facile quindi intuire lo shock emotivo vissuto dall’intero paese a seguito di questo tragico episodio che profuma di Jiihad ed Isis.
Non è un caso se la polizia di Scotland Yard abbia investito ingenti risorse umane per scoprire i responsabili e mandanti di questo fatto di sangue, che ha macchiato le vacanze di decine di turisti su territorio tunisino e terrorizzato milioni di altri in tutto il Mondo, facendo leva sul sentimento della paura.
Purtroppo eventi violenti come questo avvenuto presso i resort turistici di port El Jantaoui sono in grado di ammazzare l’economia di uno stato come quello nordafricano, quasi interamente dipendente dalle entrate legate dal flusso straniero, durante le stagioni calde.
Allo stesso tempo però  è la stessa popolazione locale a sentirsi emarginata dal resto dell’umanità perchè etichettata molto semplicisticamente come una nazione in cui cova il germe del terrorismo e dove il gran parte delle moschee islamiche con Imam pronti ad incitare azioni violente contro gli occidentali.
Portare avanti questa logica del conflitto significa allontanare tutti i sogni di un popolo e spingerli verso una spirale degenerativa in cui si ha paura di tutto e di tutti, a torto o ragione.
Tradotto in altri termini, quello che vogliono i guerriglieri dell’Isis è decapitare l’umanità di un cuore che ci tiene uniti, attraverso il quale ci riconosciamo tutti fratelli, indipendentemente da differenze culturali o spirituali.
Assecondare il terrore vuol dire non vivere più e consegnare la propria vita e speranza a chi fa del fanatismo il proprio atto di fede. Per questo gesti distensivi come matrimoni particolari e in particolar modo, quello messo in atto dalla coppia di neosposini inglesi è vero combustibile per far ripartire la macchina della solidarietà mondiale e per continuare a far vivere la speranza di un pianeta unito in una sorta di matrimonio spirituale.
matrimoni-particolari
Le nozze in spiaggia non diventano quindi il mero pretesto di persone un po’ egocentriche in cerca di qualche scatto fantasioso da condividere su Facebook, ma in questo caso si connotano di una natura decisamente politica più che individuale.

Nozze contro il terrorismo

Dirsi il grande sì in un contesto come quello della playa di Sousse si trasforma in un espediente virale, dalla grande valenza simbolica. Qualcosa che va ben oltre la celebrazione di matrimoni particolari in una qualunque parte del globo. Attraverso la celebrazione delle nozze sulla stessa spiaggia in cui 2 terroristi, di cui uno molto probabilmente risponde al nome di Seifeddine Rezgui, equivale a partecipare e condividere con il Mondo intero la cerimonia della vita.
Un evento così denso d’amore, vissuto in una spiaggia bagnata dalle armi dell’Isis, è un modo concreto per ribadire che in nessun luogo potrà trionfare il male e farlo a distanza di pochi giorni e a pochi metri dal luogo dell’attentato si permea di valori positivi che diffondono speranza nel mondo.
In concesso è molto chiaro: non esiste nessuna organizzazione criminale o terroristica che possa sconfiggere l’amore eterno tra le persone. Questo perchè alla guerra delle immagini e dei simboli dichiarata dal califatto islamico, si può rispondere solo con la condivisione del sentimento più virale mai provato in natura: l’amore.
Una spiaggia fantastica ha fatto quindi da cornice ad una cerimonia diversa dal solito, in cui l’intimità di un emozione di coppia è stata comunicata e quindi percepita da milioni di persone, attraverso la potenza di straordinari canali sociali come Twitter. Lo scambio di un bacio di nozze, difronte a decine di turisti e tunisini vistosamente commossi ha fatto così il giro del mondo in pochissime ore, consentendo di aumentare esponenzialmente la potenza simbolica del classico gesto da matrimonio.
Facile spiegarsi il perchè il video su Facebook a questo indirizzo web abbia ricevuto il poche ore centinaia di migliaia di condivisioni sul social network più popolare al Mondo.
E’ l’intera nazione tunisina a cercare un riscatto a livello globale ed azioni come queste aiutano a voltare pagina una volta per tutte, invogliando migliaia di cittadini ad unirsi contro tutti quei dogmi, professati da fanatici che nulla hanno a che fare con la giustizia divina e il riscatto dei paesi arabi attraverso la Jiihad.
Il bacio tra gli sposi, il sole alto sul mar mediterraneo e gli applausi del pubblico di curiosi e di partecipanti sono la più bella pubblicità per il genere umano e per la sopravvivenza della sua indole più umana.

Thank you spouses !

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *