Sulle note del matrimonio

L’importanza di un adeguato intermezzo musicale è di importanza vitale nella logica di un evento nuziale. Quello che superficialmente potrebbe sembrare a gente “non addetta ai lavori” come una semplice scaletta di canzoni più o meno orecchiabili, implica invece uno studio profondo dei ritmi favoriti dagli sposi ed ottime conoscenze tout court nel settore musica.
Come in tutti i campi artistici poi si potrà avere un servizio qualitativamente migliore, a seconda delle persone coinvolte e dell’esperienza che possono vantare gli strumentisti.
Risparmiare per la scelta della musica per matrimonio è possibile, ma non è detto che sia la scelta giusta da intraprendere. Infatti l’importanza di poter contare su musicisti professionisti potrà determinare il successo di una festa matrimoniale e rendere quella giornata splendida.
Coronare il sogno di una vita e organizzare la cerimonia perfetta è da sempre la mission di Pugliacatering.com. Per questo all’interno di questa sezione potrete trovare tutti i consigli e le chicche per celebrare un matrimonio con la colonna sonora che si merita, senza mai tradire lo spirito di questo rito religioso, soprattutto per quel che riguarda le canzoni in chiesa. Sulla selezione delle tracce musicali da diffondere prima e durante il pranzo matrimoniale e successivamente sulla pista da ballo, il discorso cambia. Sarà premura del catering center ed in particolar modo del music planner accordarsi con i coniugi per stabilire il repertorio musicale più appropriato per il loro matrimonio.

Scopo principale della musica nei matrimoni è quello di scandire i momenti più importanti del rituale, attraverso brani che trasmettano indicazioni emotive ai partecipanti su quello che sta per accadere. I pezzi classici selezionati per lo spazio ecclesiastico, i jingle che fungono da stacchetto tra un piatto e un altro, sono tutti strumenti validissimi per scandire le fasi di un matrimonio e dare più valore a quel momento. Trasmettere il brano di un cantante rock, piuttosto che innescare il ballo di gruppo introducendo Gioca Jouer fa parte di una scelta strategica, che dev’essere coerente con lo stile generale dell’ambiente nuziale e all’altezza della location in cui si sta festeggiando.

Le musiche da matrimonio da suonare in chiesa

musica-matrimonioAnche se non sarebbe necessario sottolinearlo, le canzoni che caratterizzeranno la celebrazione religiosa e l’arrivo all’altare degli sposini saranno molto differenti da quelle che potrà suonare un deejay nella sala da ballo del ristorante. I brani che verranno suonati nella casa del Signore dovranno avere rispetto verso questo luogo sacro e saranno quasi sempre di genere “classico”. Le celebri melodie di Bach, Wagner e di Louis Van Beethoven saranno ideali per marcare con solennità  l’arrivo della coppia verso il prete e il suo leggio.
La musica classica si dimostra una scelta sempre vincente per il matrimonio in chiesa, mentre invece può essere anche scalzata da altri ritmi più moderni nel caso si trattasse di riti civili.
Di conseguenza tra gli strumenti più utilizzati per le musicalità di un ambiente così sacro verranno usati:

  • organo
  • violino
  • violoncello
  • arpa
  • flauto dolce
  • chitarra

Per quanto riguarda le voci che andranno a cantare le melodie, le figure musicali più usate saranno: cantanti lirici ed eventualmente un soprano.
Sono moltissimi i matrimoni in Puglia che hanno visto come voce protagonista delle fasi svolte nell’istituto religioso quella appartenente ad una cantante donna. La tonalità femminile, specie nella traduzione delle note di uno spartito di musica lirica, donano un tocco ancora più sacerdotale al componimento. L’abitudine tutta pugliese di ascoltare voci di donna in musiche tradizionali, come avviene ad esempio nelle tarantelle della Daunia o del ballo della taranta in Salento, facilita questa scelta. L’accompagnamento con l’arpa è un suggerimento colto con grande passione dalle agenzie di catering che pianificano la scaletta delle canzoni per matrimonio da eseguire in chiesa. L’organo e il violino diventano quindi quasi un obbligo quando si chiederà di eseguire brani classici come:
La Marcia Nuziale di Mendelssohn o l’Ave Maria di Gounod.
Ogni momento ha musica che lo caratterizza. Ed è per questo che sinfonie come l’Alleluia di Mozart  saranno strettamente legate con lo scambio degli anelli o come l’entrata della sposa sarà sancita dal susseguirsi delle note della celebre “Primavera” di Vivaldi.
Non ci sono delle regole fisse quando si parla dei brani classici che andranno eseguiti durante la celebrazione nuziale in chiesa. Volendo però generalizzare qualche concetto e dare delle indicazioni di massima possiamo affermare che i momenti in cui dovrebbero avvenire degli intermezzi musicali sono:

  • l’ingresso dello sposo
  • l’arrivo della sposa
  • la raccolta delle offerte
  • la firma da parte delle dolci metà
  • lo scambio di pace tra i fedeli

Altro suggerimento che riguarda le canzoni di opera lirica o di genere classico che andranno interpretate dai musicisti presenti in chiesa è: la regola dei 12.
Non si tratta ovviamente di una norma, ma solo molti i wedding music planner che consigliano di non suonare mai più di 12 pezzi. Infrangendo questa regola, ovviamente non faremo spazientire nessuno nell’alto dei cieli, ma andremmo incontro al rischio di frammentare troppo la cerimonia. Meglio optare per elenchi di musiche piuttosto limitati, senza mai abusare della sacralità del luogo in cui ci troviamo e dalla pazienza dei presenti nella chiesa.

Le canzoni nella sala ricevimenti

Tutta un’altra musica…come si suol dire! L’aspetto che accomuna però la scelta musicale nella casa di Dio e quella delle location di matrimoni è la necessità di segnare delle fasi del festeggiamento. Nella sala matrimoniale sarà opportuno accentuare l’attenzione verso l’arrivo di una portata in particolare o il momento di cambiare ambiente e magari spostarsi verso gli spazi esterni o verso la sala ballo, mediante una precisa selezione dei brani. Le note provenienti dagli strumenti usati dalla band o le canzoni della playlist selezionate dal dj costituiscono il metodo migliore per esaltare un momento e diffondere una nuova dose di brio alla festa.
Le fasi salienti in cui le musiche per matrimonio assumono una valenza strategica nella logica dell’organizzazione temporale sono:

  • l’arrivo in sala
  • l’inizio della fase rinfresco e aperitivo
  • il taglio della torta
  • il momento del ballo lento degli sposi
  • l’inizio delle danze sulla pista.

Naturalmente quando si parla di musiche da matrimonio da ascoltare nella sala destinata al pranzo di nozze non si potrà non pensare alle canzoni d’amore.
Simbolo di un’unione che accompagna un sentimento così nobile, le selezioni musicali che parlano di amore e di profonda passione non possono mancare nei matrimoni. Tra le hit più gettonate nel genere “love” abbiamo cercato di elaborare un elenco dei brani che traducono questo concetto. Si tratta di canzoni italiane, ma anche di arrangiamenti interpretati da band straniere del calibro dei Beatles e Rolling Stones, in grado di emozionare chiunque le ascolti. Parliamo di musiche che rimarranno per sempre nella classifica dei nostri cuori, indipendentemente dalle mode e dal tramonto di determinati generi musicali.
I sottofondi che trasmettono più empatia sono realizzati da scale musicali semplici, capaci di raggiungere in pochi passaggi le profondità della nostra anima, attraverso un ritmo magico che avvicina le persone tra loro.
Le canzoni più romantiche da trasmettere o suonare dal vivo durante matrimoni sono:

  • pensiero stupendo, cantata dalla mitica Mina
  • Incanto, interpretata da Tiziano Ferro
  • Adesso Tu, di Eros Ramazzotti
  • Bella, di Jovanotti
  • Questo piccolo grande amore, di Claudio Baglioni
  • Emergenza d’amore, di Laura Pausini
  • Iris, di Biagio Antonacci
  • Love, della nota band inglese dei Beatles
  • Meravigliosa creatura, di Gianna Nannini
  • Quando Quando, del cantautore napoletano Pino Daniele
  • The power of love, della star internazionale Celine Dion

Sicuramente ne abbiamo dimenticata qualcuna, ma l’essenza romantica dei testi che abbiamo citato, concepisce melodie straordinariamente belle, tali da meritare palcoscenici importanti come quelli destinati alla pista da ballo delle nozze.
Il marito che dedica un brano sentimentale alla moglie e si lancia in un lento appassionato è un momento molto toccante che vale la pena di essere vissuto intensamente, attraverso la lettura del testo proiettato sulla parete della sala più vicina al tavolo degli sposini.

Una regola non scritta sul menù nuziale

Anche se può sembrare una precisazione eccessiva, bisognerà ricordare però che la scelta delle canzoni per matrimonio trasmesse in sala non dovrà però cozzare con lo stile generale del matrimonio e con le scelte nelle decorazioni e nell’allestimento.
Giusto per fare qualche esempio, in un matrimonio elegante, il gruppo musicale chiamato a suonare dal vivo o lo stesso dj set non dovrebbe mai mettere i partecipanti nelle condizioni di lanciarsi nei classici “trenini”. In questi casi, mantenere lontani dalla playlist hit come YMCA o “charlie brown” eviterà situazioni che da divertenti potrebbero facilmente degenerare sino a far imbarazzare gli sposi. Una musica per matrimonio country chic dovrebbe prevedere le note ballate texane o le musiche tipiche dell’Arizona, senza mai trascendere nella banalità e far sentire gli invitati dei pesci fuor d’acqua buttati su di una pista da balli. Una cerimonia vintage dovrebbe inserire tra le colonne sonore da trasmettere, tutte quelle canzoni che hanno fatto la storia di film musical tipo “Grease” o “Fame”, mantenendo ben distanti da mixer e amplificatori canzoni tipiche del divertentismo come “il ballo del qua qua” o “Maracaibo”.

I generi musicali per la festa di nozze

Noi di Pugliacatering ne abbiamo viste un po’ di tutti tipi. Anche perchè le scelte musicali verso un cantante singolo o una rock band o un dj di fama internazionale, dipendono molto dal budget che possono investire gli sposi.
Molte volte capita che siano gli amici degli sposi ad interessarsi a contattare i cantanti o colui che selezionerà le canzoni Mp3 dal un computer (qualora l’obiettivo sia risparmiare). Seppure esista sempre qualche conoscente nel gruppo di amici che conosca qualche artista nel campo musicale, per ottenere un risultato eccellente, sarà meglio rivolgersi ad una compagnia di catering per matrimoni. Soltanto delle organizzazioni di un certo livello, come quelle che collaborano con il nostro portale, possono assicurare la riuscita perfetta dell’evento. La combinazione tra esperienza musicale e impianti audio sofisticati, accompagnati alla presenza di mixer di qualità e strumenti musicali al top, garantiscono matrimoni divertentissimi in cui la musica diventa un ingrediente essenziale della festa, senza mai coprire o inibire la conversazione tra gli invitati. I music planner che lavorano nel settore “wedding” sono professionisti di prima fascia, in grado di ricostruire atmosfere stupende, senza futili esagerazioni. Un matrimonio, per dirla in altri termini: senza…stonature.
A seconda dell’atmosfera che si desidera ricreare, è possibile scegliere tra differenti soluzioni. Lo stile musicale che ne deriva, a seconda delle preferenze verso un ritmo o un’altra base strumentale, cambierà radicalmente il volto del festeggiamento.
Si potrà così optare tra:
un trio rock acustico, per chi crede nell’energia trascinatrice della chitarra e desidera dare alla festa un po’ di “pepe”;
un pianista di piano bar, una scelta non troppo originale, ma legata ad un amore verso il cantautorato e al piacere di vedere una voce solista rincorrere le note della tastiera;
un gruppo musicale brasiliano, per la coppia di sposi alla ricerca di ritmiche etniche, capaci di coinvolgere gli invitati in danze “movimentate”;
un quartetto jazz, per un sound più ricercato, particolarmente indicato per accompagnare il momento dell’aperitivo e per creare il giusto sottofondo musicale negli spazi esterni;
gruppo popolare locale, per riprodurre i successi classici delle canzoni pugliesi e sostenere indirettamente la nostra cultura. La musica per matrimoni nel Salento è spesso legata alle vibrazioni di tamburello e al gonfiare della fisarmonica, essenziali per suonare i balletti della tipica tarantella, chiamata Taranta.

Musica low cost

radio-per-musicaSe si considera eccessivi i prezzi richiesti per un service musicale professionale, si potrà considerare soluzioni decisamente più economiche. Specie in questi momenti di crisi finanziaria, in cui anche chi si sposa tende a risparmiare il possibile, è possibile ottenere validi risultati anche impiegando risorse economiche più contenute.
In questo senso, si potrà chiedere il favore a qualche amico che per hobby si diletta facendo il deejay durante le feste degli amici. Magari, per aumentare la qualità della performance musicale si potrebbe valutare l’ipotesi di noleggiare attrezzatura e luci, chiedendo un preventivo a qualche catering della Puglia. Sono tanti i matrimoni le cui trame musicali sono rette da semplici playlist in cui file Mp3 vengono diffusi da pc, equipaggiati con lettori musicali digitali come VLC o Windows Media Player. Il risparmio in denaro è garantito e quando è sostenuto da una strumentazione mixer semi-professionale può generare grande soddisfazione.
Se poi oltre al dj set si avrà la premura di allestire su di una parete della sala ricevimenti pure il karaoke, allora il divertimento è garantito. Invenzione made in Japan degli anni’90, questa forma di intrattenimento musicale continua a spopolare ancora oggi in moltissimi eventi, compreso anche durante lo svolgersi dei matrimoni più originali.
Anche perchè i dj, per via della loro propensione alle relazioni sociali e alla capacità di essere sempre a loro agio tra la gente, si dimostreranno il più delle volte degli abili intrattenitori.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *